Godere del Brunello di Montalcino Soldera è ormai impossibile

Già prima che accadesse la tragedia era ritenuto uno dei 2-3 Brunello di Montalcino più quotati e tra i 50 vini più buoni del mondo, per questi motivi (e per il suo costo in linea con la sua nomea) era già un vino per pochi, a distanza di pochi mesi dalla cosiddetta “tragedia del Brunello” è diventato pressochè impossibile (o quasi) reperire anche una sola bottiglia di Brunello Soldera Case Basse anche per chi non ha problemi di portafoglio.

Gianfranco Soldera ottiene otteneva mediamente dieci mila bottiglie del suo preziosissimo Brunello, considerando il fatto che è un vino richiestissimo e commercializzato in tutto il mondo, vien da sè che nel mercato italiano restavano ben poche bottiglie a disposizione, l’atto vandalico ha distrutto tutta la produzione di ben 7 annate, fatto salvo che Gianfranco Soldera decida di continuare a produrre il suo vino, le prossime bottiglie in commercio non usciranno prima del 2019 (vendemmia 2013 che matura in legno per almeno 5 anni e qualche mese in bottiglia), motivo per cui non appena il fatto è stato reso noto gli affezionati e i collezionisti si sono immediatamente accaparrati le ultime bottiglie in commercio non senza cospicui aumenti del prezzo di vendita come è normale che sia secondo la legge del mercato. Quando il fattaccio è accaduto al distributore ufficiale di Soldera (Heres) restavano soltanto 600 bottiglie di cui è stata immediatamente bloccata la vendita per evitare speculazioni.

Ad oggi il Brunello di Montalcino Soldera Case Basse è scomparso dagli scaffali delle enoteche reali e di quelle online, sembra sia impossibile reperirne anche a volerlo pagare dieci volte il suo prezzo originario. Come pronosticato dall’A.D. di Heres SpA, l’accaduto ha, in un certo senso, rafforzato l’azienda di Gianfranco Soldera, rendendo, di fatto, il suo vino un vero e proprio “mito” alimentato dalla spasmodica ricerca di consumatori affezionati e collezionisti incalliti di tutto il mondo. Paradossalmente, l’autore del gesto (un ex dipendente dell’azienda vitivinicola) non ha arrecato danni a Gianfranco Soldera che pare fosse assicurato e che inoltre ne ha tremendamente guadagnato in popolarità visto che i media di mezzo mondo ne hanno parlato, il vero danno lo ha procurato a tutti coloro hanno avuto l’onore almeno una volta nella vita di poter godere di quello straordinario vino, così grande, così profondamente unico.

6 pensieri su “Godere del Brunello di Montalcino Soldera è ormai impossibile

  1. Il Case Basse Soldera è un brunello oggi davvero difficile da acquistare, io ne ho acquistata 1 bottiglia 2006 da un’enoteca online ma anche loro, anche avendo prezzi molto convenienti sul mercato, lo hanno aumentato alla modica cifra di € 350,00…c’è da dire che però almeno hanno avuto il buon senso di venderlo ad un prezzo che non è nemmeno il doppio del prezzo di mercato “prima della tragedia”…in ogni caso io ho voluto approfittare, essendo un collezionista, di avere la possibilità di essere uno dei “pochi eletti” ad avere in cantina una bottiglia di tale valore che secondo me negli anni potrà arrivare a cifre esorbitanti, per chi ha avuto il coraggio di affrontare un tale investimento per una sola bottiglia…
    Comunque bell’articolo, dovrebbero parlare di più di questo brunello, anche per onorare il Sig. Soldera che ha avuto una così grande perdita!

  2. in assoluto il miglior brunello annata 85 straordinario uno dei migliori vini al mondo io o avuto l occasione di berlo F A V O L O S O O O O O

  3. adesso, che non abbia avuto danni ho i miei dubbi… anche se il valore delle pochissime bottiglie residue fosse decuplicato, qui si parla della produzione di 7 annate andate perse, per un controvalore (penso di non esagerare) di milioni di euro!

Rispondi a LESLIE Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *